3560 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

BABY DRIVER Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 18 settembre 2017
 
di Edgar Wright, con Ansel Elgort, Kevin Spacey, Jamie Foxx, Lily James (Stati Uniti, 2017)
 

Debutto hollywoodiano per un inglese al suo sesto lungometraggio; Edgar Wright,i non più in attesa di un riconoscimento internazionale dai tempi degli apprezzabili Shaun of the Dead (L'alba dei morti dementi, 2004) e Hot Fuzz (2007). Con un'idea certamente condivisibile: rinnovare un classico come quello delle rapine bancarie, con debito seguito di fughe rocambolesche, diluendo il tutto nel profumo del musical.

E' il genere di fusion divulgato di recente con il successo che sappiamo da La La Land. Con Baby Driver che, riferendosi esplicitamente a due modelli come Driver l'imprendibile di Walter Hill e lo splendido Drive di Nicolas Winding Refn, diventa così un film al quale è impossibile non incollare l'etichetta di postmoderno.

L'ambizioso e indubbiamente dotato Wright adatta allora un perfetto montaggio e il tono della sua pellicola a una furibonda colonna sonora, che si rifà ai classici del genere e non dispiacerà di certo al suo amico Quentin Tarantino. Una playlist inizialmente anche curiosa e divertente, ma che presto dilaga all'infinito, in parallelo al diluvio delle sparatorie.

Il protagonista Ansel Elgort riesce ad isolarsi dall'inflazionato contesto e da un vecchio acufene grazie all'irrinunciabile iPod; ma è proprio la sua imbambolata fissità a ricordarci quanto prepotente fosse quella dei Ryan O'Neal e Ryan Gosling. Ai quali, per sua sfortuna, è finito in coda. Mentre il cattivo lo fa un ingrassato e stranamente poco interessato Kevin Spacey, è la fidanzatina Lily James a risultare la più vera. Ma le pretese erano ben altre.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2018