3567 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

SOLO: A STAR WARS STORY Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 27 maggio 2018
 
di Ron Howard, con Alden Ehrenreich, Woody Harrelson, Emilia Clarke, Donald Glover (Stati Uniti, 2018)

Nelle sale: Svizzera italiana, Italia

 

in Saga imprescindibile del nostro tempo e gallina dalle uova d’oro. Il dubbio permane. Appena il tempo di accogliere fra dvd, streaming e affini il precedente Star Wars: gli ultimi Jedi apparso a Natale, eccoci già al capitolo seguente (il nono, in effetti) ispirato alle mitiche avventure inventate 41 anni fa da George Lucas (v. recensione originale in Archivio di Filmselezione).

Solo: a Star Wars Story appartiene al filone principale, oppure agli spin off; le vicende che appartengono a quell’universo fantastico ma sono indipendenti rispetto al racconto originale? La risposta si confonde nell’apporto onorevole dei due celebri veterani (Ron Howard alla regia, e Lawrence Kasdan per la sceneggiatura) intervenuti dopo il discusso licenziamento dei registi Phil Lord e Chris Miller; pare colpevoli di trascinare il tutto sui versanti sdrucciolevoli della commedia. Uno spin off, allora, dopo il primo e modesto Rogue One del 2016; che ci illustri una parte dei misteri che ancora celano i primi anni di Ian Solo.

Come dire, dell’impronta lasciata per sempre dalla presenza dello storico contrabbandiere interpretato da Harrison Ford. In quei "primi anni" sono racchiusi alcuni pregi ma molti limiti di quest’ultimo Guerre stellari. Dopo un avvio faticoso nel quale ci dicono della sua origine in un pianeta mafioso, al volonteroso, più sorridente che sfrontato, in definitiva anonimo Alden Ehrenreich viene concesso perlomeno di confrontarsi alla gloriosa riapparizione del mitico Chewbecca. Prima della soddisfazione di rivincere alle carte Millenium Falcon, il vascello, per chi si ricorda, più invidiato dell’intera galassia. Ma tutto l’arco temporale di questa sua inedita vicenda non gli permette permette ancora d’incontrare la Ribellione o Luke Skylwalker; per non parlare dell’innamoramento per la principessa Leila. Pretendere di cancellare il ricordo del mitico doppiogiochismo di Harrison Ford significa cosi affondare nella dimenticabile normalità di un buon film d’avventure. Un po' poco, per duecento milioni di dollari.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2018