3702 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

COPYCAT: OMICIDI IN SERIE
(COPYCAT)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 22 aprile 1996
 
di Jon Amiel, con Sigourney Weaver, Holly Hunter (Stati Uniti, 1995)
 

Divagazioni su un tema alla moda, quello del serial-killer. Con una innovazione seducente: privo d'immaginazione (o, piuttosto, epigono di una mostruosa escalation?), l'assassino compone i propri crimini ricalcandoli su quelli celebri del passato. Per gli investigatori tutto si trasforma allora in una lotta contro il tempo: intuire - per riuscire a sventare - quale sarà il prossimo modello preso in prestito dal killer.

Regista tuttofare (SOMMERSBY) Jon Amiel innesca una sua sicura abilità nell'ambientazione su una sceneggiatura discretamente conseguente. E gioca con abilità con l'ottimo cast femminile che si ritrova: l'immensa Sigourney Weaver che campa la fragilità di una dottoressa traumatizzata dalle proprie esperienze con i mostri, e la minuscola Holly Hunter che rappresenta invece la forza una determinata poliziotta. Basta per fare di COPYCAT un più che godibile capitolo di quella serie ormai definita di neo-polar che, da SEVEN a HEAT contraddistingue l'altrimenti evanescente invasione stagionale di cinema americano.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2020