3572 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

WHITE GOD - SINFONIA PER HAGEN
(FEHER ISTEN)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 6 aprile 2015
 
di Kornel Mundruczo, con Zsófia Psotta, Sándor Zsótér, Lili Horváth, Szabolcs Thuróczy, Lili Monor (Ungheria, 2015)

Ottenibile in DVD/Blu-ray o tramite VOD/streaming ecc.

 

Premio al Certain Regard 2014 di Cannes  White God - Sinfonia per Hagen è perlomeno un film estremamente curioso . Il cane di una ragazzina è abbandonato sulla strada dal padre, insofferente della sua custodia. Mentre la ragazzina lo cercherà in ogni angolo di Budapest, il cane attraverserà ogni sorta di travestie. Assumendo progressivamente un'aggressività che gli era sconosciuta.

Dopo il Leopardo d'Oro di Locarno 2002 di Pleasant Days, con Johanna  e Delta il regista ungherese si è affermato fra i cineasti europei più originali e forti. Ora, il rapporto cane/uomo di  White God è alquanto straordinario: uno sguardo non solo antropologico, non solo una riflessione fra la superiorità dell'uomo e la dipendenza dell'animale. Ma una parabola sull'Ungheria attuale e la sua deriva verso l'estrema destra che nasce spontanea assistendo alla muta interminabile degli animali che invadono la nobile e splendida Budapest. E cosi, le apparizioni improvvise e terrificanti degli acchiappacani in uno spazio urbano magnificamente esaltato si fanno, ad immagine del film, vieppiù terribili e allusive.

 


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2018