3548 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

AL LAC DI LUGANO: CINERGIA - 15.03 / 25.04.18 - CONVERGENZE TRA CINEMA, TEATRO E MUSICA - UNA RASSEGNA A CURA DI MARCO MULLER Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 15 marzo 2018
 
 

Per fare il punto su questi nuovi orizzonti, l’Associazione Cinergia presenta questa primavera presso il LAC Lugano, in collaborazione con LuganoInScena e Lugano Musica, la rassegna Cinergia, una catena di eventi che vuole proporre una prima messa a fuoco di convergenze e trasversalità. Cinergia vuole essere anche un “apprendistato al disorientamento”, unico modo per ri-orientarsi dentro la recente continua “rimessa a nuovo” dei linguaggi espressivi, tanto delle arti performative e visive che del cinema-video.

Completando la proposta autunnale di Affinità elettive, inedita mappatura del subcontinente indiano di “scambi di senso” fra i linguaggi creativi, Cinergia si occuperà ora di fornire importanti esempi, dal mondo più vicino a noi, di come l’assimilazione di due mondi percettivi (teatro-cinema e musicacinema) abbia costituito una costante degli esperimenti di alcuni fra i maggiori registi teatrali italiani (Romeo Castellucci della Socìetas Raffaello Sanzio, Luigi de Angelis e Chiara Lagani di Fanny & Alexander, Marco Martinelli e Ermanna Montanari del Teatro delle Albe) e anche di cineasti europei “fuori norma” (il grande autore di film-saggio sulla musica, le arti visive e l’architettura Frank Scheffer, il super-montatore Jacopo Quadri). Sono registi che, nel loro lavoro, hanno affermato una volontà disinestesia, uno scambio continuo fra il linguaggio del cinema e quelli delle arti performative, visive e dello spazio.

Come interlocutori privilegiati del progetto abbiamo scelto un gruppo di artisti che sperimentano tutto quello che i linguaggi della cultura performativa e visiva contemporanea possono offrire. Abbiamo privilegiato le esperienze teatrali e musicali che, coniugandosi al cinema, rifiutano di appartenere all’uno o all’altro campo estetico e passano invece da questo a quello, negandosi alla denominazione d’origine controllata. Stili e sguardi, insomma, molto diversi tra loro sul mondo e sulle arti audiovisive e performative.

Cinergia offrirà anche l’occasione per una serie di incontri, laboratori e seminari. Siamo convinti, infine, che Cinergia rappresenterà una nuova occasione per rafforzare la presenza a Lugano di un turismo d’arte e cultura, sottolineando la posizione del LAC come importante realtà di sintesi delle arti.


- Marco Müller -

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2018