3648 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

I FIGLI DEL FIUME GIALLO
(ASH IS THE PUREST WHITE)
(JIANG HU ER NU)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 9 maggio 2019
 
di Jia Zhang-ke, con Zhao Tao, Liao Fan, Feng Xiaogang (Cina, 2018)

Ottenibile in DVD/Blu-ray o tramite VOD/streaming ecc.

 

Jia Zhang-ke continua a parlare della Cina, e di come si stia trasformando la società, l’economia e di conseguenza la moralità dei propri abitanti. Di una migrazione, intima e più concreta nello spazio, come vana soluzione a una perenne situazione di sottomissione dell’individuo. Mentre, come sempre, il fascino di questa sua visione nasce da un connubio fra il documento più reale e la finzione a tratti più crudele.

Così in questa storia. S'inizia nella zona mineraria di Datong di recente impoverita, e  Qiao, la donna del capo gang locale, tenterà d’imbrigliare le carte di quell’eterna condizione. Un arduo cammino, che per Qiao inizierà male: per proteggere il suo capo-banda Bin durante una rissa sparerà a vuoto sugli assalitori. Ma in Cina non vanno per il sottile: e per lei saranno cinque di anni di prigione. Al suo ritorno nulla sarà come prima, anche perché il film si sarà protratto sull’arco di quasi 20 anni.

Zhangke ha recuperato materiale scartato da Piaceri sconosciuti (2002), Still Life, fino a Al dilà delle montagne; tutto per dimostrare come in un Paese di furibonda espansione l’ambiente, ma anche gli individui, mutano costantemente. Ne nasce un mix magico fra noir e fantascienza, commedia musicale e documentario. Ad alluminarlo, a compimento dell’arte del cineasta, la presenza di quella che è la sua donna dal 2000 di Platform: il magnetismo della presenza di Zhao Tao è inconfondibile.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2019