3569 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

LOVING Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 15 dicembre 2017
 
di Jeff Nichols, con Joel Edgerton, Ruth Negga, Michael Shannon (Stati Uniti, 2016)

Ottenibile in DVD/Blu-ray o tramite VOD/streaming ecc.

 

Succedeva ancora, nel 1958. Ed è la prima cosa a colpire in Loving, la storia che racconta, autentica. Nello stato Virginia degli civilissimi Stati Uniti di poco più di cinquant’anni fa, una coppia mista che si sposava veniva imprigionata, fino a un anno. Poi, i coniugi venivano espulsi dalla contea, per ulteriori 25 anni. I figli, considerati bastardi.

Jeff Nichols racconta tutto questo con una semplicità che non appartiene più al mondo dello spettacolo. Più la carriera di questo trentanovenne avanza, più ci si accorge (dopo gli ammirevoli Take Shelter, Mud, Midnight Special ed ora in questo leggermente snobbato Loving) della forza che si nasconde dietro l'apparente classicismo del suo stile. Lo spettatore attende ad ogni istante lo scatto di una rivolta: nei confronti di quell'obbrobrio, in quel clima nel quale il ricordo dello schiavismo appare appena velato, che il protagonista imbracci il fucile, faccia finalmente giustizia. Non succede, ci mancherebbe: ma nella sua meticolosa attenzione alle gestualità, nell’energia dilagante del non-detto, nella "tranquilla" normalità di una visione che s’impedisce ogni eccesso espressivo, il film si costruisce sull’opposto di una arcinota spettacolarizzazione. Si costruisce sull’amore di una coppia; e di quanto il contesto sociale ignori totalmente questo aspetto.

Dopo quel suo meraviglioso inizio che già ne annuncia le intenzioni ("sono incinta"- mormora lei sotto il portico; "è una cosa bella ", risponde lui) il film è pronto per iniziare, assieme ai protagonisti, il proprio cammino: nei silenzi che scolpiranno la progressione drammatica, l'attenzione vivissima per il linguaggio dei corpi, il rigore emozionato dei primi piani, l’aprirsi alla visione eterna sugli sfondi. Evitando ogni accentuazione espressiva (e a tal modo ogni spiegazione) Loving è certamente l'opera finora più classica di Jeff Nichols, immersa nel pudore con il quale il regista abborda sia il soggetto che l'interpretazione incredibilmente posseduta di Joel Edgerton, addirittura sconvolgente nel riserbo dapprima, quindi nella presa di posizione di Ruth Negga, splendida rivelazione.

Cosi, l'intervento della regia si adegua in questo equilibrio nei confronti di una formula largamente abusata come l’"effettivamente accaduto": il caso Loving, avvenimento storico fra i più noti della lotta per i Diritti civili, che negli anni Sessanta condurrà alla modifica costituzionale e all’abolizione dell'interdizione dei matrimoni interrazziali nel sud degli Stati Uniti. Sono problematiche che l’attualità ci insegna essere non esattamente superate. Permettono a Jeff Nichols di sfociare su dei problemi etici, di fare di Loving la sua opera finora più toccante; prima ancora di riuscire le riflessioni ambientali, fantastiche e d'azione che già lo hanno collocato fra i maggiori protagonisti del cinema contemporaneo.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2018