3569 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

AVE, CESARE!
(HAIL, CAESAR!)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 28 marzo 2016
 
di Ethan e Joel Coen, con Josh Broln, George Clooney, Alden Ehrenreich, Ralph Fiennes, Scarlett Johansson, Tlda Swinton, Frances McDormand, Channing Tatum (Stati Uniti, 2016)
 
Maestri del cinema moderno, attenti osservatori dei suoi aspetti contemporanei, i fratelli Ethan e Joel Coen ci hanno ormai abituato a certe caratteristiche della ventina di opere di una magnifica filmografia. Una di queste consiste nel fatto di divertire (e divertirsi) nel fare seguire un'opera scanzonata (immediatamente catalogata come minore) a quella inquieta o eventualmente drammatica che l'ha preceduta. E ancora, la rivisitazione dei generi di un universo da loro abitato con meravigliosa facilità: dal poliziesco di MILLER'S CROSSING al letterario di NON E' UN PAESE PER VECCHI, il western di IL GRINTA, l'autobiografico di A SERIOUS MAN, lo spionaggio in BURN AFTER READING, il fantastico di BURTON FINK,, il noir di THE BARBER. Infine, la diversità dei toni: grotteschi e crudeli in FARGO, deliranti e spassosi in A PROVA DI SPIA, irriverenti e sfrontati in THE BIG LEBOWSKI, teneri e melanconici nell'ultimo A PROPOSITO DI DAVIS, biopic musicale.

Mosaico assai meno sconclusionato del peplum commentato con grandiloquenza spassosa che apre la pellicola, AVE, CESARE! è un po' di tutto ciò. Sulle tracce di Eddie Mannix (un ottimo Josh Brolin), produttore impegolato negli gli impicci quotidiani della Capitol Pictures nella Hollywood Anni Cinquanta, il film è un mix continuo di noir e spy-story più o meno burlesco, peplum bidone, musical con i tip tap, western svitato, petulante commedia. Tutto facile e un po' già visto. Ma è la qualità che i due fratelli registi riescono ad infondere a quella collana di sketch disparati a salvarli dai siparietti diversamente divertenti.

Quando, al suono della Barcarola di Offenbach, Scarlett Johansson rifà Esther Williams (la nuotatrice che si tuffava nelle mitiche coreografie acquatiche di Busby Berkeley) riemergendo dalla piscina con una smorfia, sottolinea la connotazione parodistica della situazione. Ma la sequenza è di tale splendore che implicitamente ci fa riflettere sulle contraddizioni del circo hollywoodiano: capace di speculare su valori sgangherati, ma pure di farci volare sulle ali del Sogno americano. Allo stsso modo, il personaggio appartenente alla tradizion,e del singing  cowboy; al quale un regista, interpretato da Ralph Fiennes tenta disperatamente di far pronunciare due battute sensate. La sequenza non è solo è fra le più divertenti: ma nei confronti del povero divo  paesanotto traspare anche l'omaggio a un genere popolare che appartiene alla (sotto) cultura americana. I Coen non evitano nemmeno la religione: e la disputa fra i rappresentanti delle quattro religioni nazionali sulla rappresentazione del Cristo nel peplum biblico interpretato da&George Clooney risulta fra i momenti memorabili del film.

Grazie a un senso dell'ambientazione magistrale i due fratelli si occupano dei tanti vizi (in parte risaputi) che abitano la giornata hollywoodiana. Ma poi sanno evaderne, e vanno ridacchiando sul politico. Cosi, in perfetta lesa maestà nei confronti del divo George protagonista del peplum, i Coen gli fanno pure subire l'onta di un paio di ceffoni da parte del Produttore. Nell'ennesima parentesi del film, con il nostro eroe biblico piuttosto bevuto che viene tenuto in ostaggio in una villa sull'Oceano di quelle che tanto piacevano a Hitchcock. E, una volta consumato l'aperitivo con gli sceneggiatori comunisti al bando dell'epoca e relative riflessioni su Marx e Marcuse, eccoli tutti in alto mare, ad accogliere il sottomarino sovietico che affiora nella notte fra cori cosacchi.

Film minore e divertito di Joel e Ethan Coen, Ave, Cesare! lo è di sicuro; ma il profumo sapiente e melanconico della sua leggerezza basta e avanza per renderlo godibile.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2018