3702 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

AZIONE ESECUTIVA
(EXECUTIVE ACTION)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 9 maggio 1975
 
di David Miller, con Burt Lancaster, Robert Ryan, Will Geer (Stati Uniti, 1973)
Il nome da ritenere in questo film sul complotto di Dallas e la catena di morti che segui quella di Kennedy, è quello di Dalton Trumbo. Sceneggiatore qui, come in alcuni grandi film americani del passato, cineasta maledetto poiché fra i più aperti e coraggiosi che abbia avuto il cinema di quel paese, grande vittima del maccartismo, e autore, a 65 anni, di una delle opere più eloquenti dell'ultimo cinema statunitense: JOHNNY GOT HIS GUN, girata tre anni fa. E mai vista sui nostri schermi, non chiedetemi perché, cosi è il cinema e la sua distribuzione e se non vi garba tanto peggio per voi, la gente vuole, pare, "Spasmo", il "Piedino" il questurino" e "L'Anticristo".

Reso omaggio a Trumbo ed alla sceneggiatura: la cosa migliore del lavoro: precisa, senza sbavature sentimentali, tira dritto al suo scopo. Dimostrare cioè, che Kennedy Oswald, Luther King e tutti quelli che seguirono non andarono al creatore per una particolare congiunzione astrale che avesse casualmente scatenato quegli sfortunati incidenti, ma bensi per il preciso valore di un complotto di destra, di gente che quella catena aveva ben previsto in anticipo. Nulla di particolarmente nuovo, direte, o ignorato da chi avesse un minimo di discernimento. Comunque in cinema andava fatto. A parte la chiarezza del discorso sulla carta di Trumbo, AZIONE ESECUTIVA è lungi dall'essere un capolavoro (è anche un po' noioso) perché il regista David Miller ha i suoi limiti.

Il meglio è nell'inserimento della parte documentaria, dalle trasmissioni televisive originali, della celebre sequenza girata da un cineamatore in otto millimetri sull'istante dell'attentato a Kennedy. L'amalgama fra questi documentari e la parte "fiction" è assai ben riuscita. Ma l'invenzione è scarsa, gli attori anche se celebri sono diretti assai banalmente. E' il vecchio discorso: al cinema tutto nasce con l'immagine. Senza di quella nemmeno il discorso più drammatico ed efficace (e questo lo è certamente) riesce a passare.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2020