3647 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

CACCIA SADICA
(FIGURES IN A LANDSCAPE )
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 21 ottobre 1971
 
di Joseph Losey, con Robert Shaw, Malcolm McDowell, Henry Woolf (Gran Bretagna, 1970)
 
Il regista Joseph Losey
Imbecillisticamente tradotto in CACCIA SADICA, il penultimo film del recente trionfatore di Cannes è invece perfettamente designato nel suo titolo originale. Il cinema, si è detto soprattutto a proposito del western, è l'arte di saper inserire un personaggio in un paesaggio: se la definizione è esatta e sufficiente, questa parabola di due uomini in fuga, inseguiti da un elicottero, nello strepitoso avanzare dal mare alle montagne, acquista una dimensione spettacolare difficilmente eguagliabile.

FIGURES IN A LANDSCAPE è innanzitutto il piacere sconfinato di filmare due uomini in una distesa dagli orizzonti drammaticamente estesi: una dimensione che magnificamente si presta al discorso simbolico che Losey conduce dall'inizio (due uomini in fuga, le braccia incatenate), alla fine (un uomo ed il proprio sangue, sulla neve). Opera sconcertante per chi ha voglia ad ogni costo rilevarne un riferimento storico, o politico (le bombe al napalm nella piantagione-Vietnam), o semplicemente logico. Gli uomini sono semplicemente delle prede (prigionieri, pazzi, delinquenti, onesti?), l'elicottero uno strumento di oppressione tremendamente efficace dal punto di vista simbolico ed estetico; le uniformi anonime. Non così la violenza, la crudeltà, la tenerezza, il sottile gioco della morte con la vita. Che sono quelle di sempre.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2019