3702 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO
(A STREETCAR NAMED DESIRE)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 22 gennaio 1976
 
di Elia Kazan, con Vivien Leigh, Marlon Brando, Kim Hunter, Karl Malden (Stati Uniti, 1951)
 
Uno dei film più celebri, assieme a FRONTE DEL PORTO e EAST OF EDEN di Elia Kazan. Anche se forse fra quelli dove la grande mano registica di Kazan é relativamente sfruttata. Le grandi opere sue rimangono SPLENDOR IN THE GRASS, vibrante e sensuale, il lirico WILD RIVER o, fra le più recenti, AMERICA, AMERICA (IL RIBELLE DELL'ANATOLIA) e l'ultimo, scandalosamente ignorato, I VISITATORI. Un mazzetto invidiabile di capolavori.

UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO é celebrato anche perché allora (1951) fu considerato un film spregiudicato: oggi ne abbiamo visto di ben altre. Rimane quello che era già ai suoi tempi: un grande film d'attori, girato da un grande direttore di attori. Se Vivien Leigh appare un po' datata nel suo gioco, il Marlon Brando fresco delle proprie esperienze dell'"Actors Studio" rimane memorabile, senza dimenticare la giustezza di Karl Malden. Rimane il fatto che, a quei livelli di asticella, dei molti film ricavati da opere di Tennessee Williams é questo uno di quelli che maggiormente risentono della zavorra retorica e decadente del drammaturgo americano.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2020